La Metodologia

Metodologia Allenamento Kinesomatica

La Kinesomatica è una nuova disciplina motoria  che considera l’uomo nella sua integralità approcciandosi alla meccanica del corpo senza mai perdere di vista le strette interconnessioni  che esso ha con la psiche; disciplina nel significato più originale in quanto “disciplina” il proprio corpo nel rispetto delle leggi che lo regolano e nello stesso tempo permette una maggiore conoscenza e consapevolezza non solo dei propri movimenti, ma anche dei pensieri e delle emozioni.

Ha una sua metodologia di allenamento che grazie ai presupposti scientifici su cui si basa, consente di raggiungere in tempi eccezionalmente risultati tangibili tra i quali:

  • eliminazioni dei dolori cronici
  • il miglioramento della forma fisica
  • maggior equilibrio psico-fisico
  • l’aumento del rendimento nel lavoro e nello studio
  • l’ottimizzazione della performance nello sport praticato.

 

Dall’analisi dell’etimologia del termine” Kinesomatica” si può comprendere meglio il suo obiettivo;

la parola è composta da tre parti:

  1. Kine che deriva dal greco “kinesis” = movimento;
  2. Soma che deriva anche esso dal greco e significa corpo,  da noi inteso come gli antichi filosofi, nel senso integrale come “io corporeo”, organismo vivente, organizzato e funzionante  da non confondere con  il corpo solamente fisico che veniva chiamato “sarx”;
  3. Tika è un suffisso che viene sempre dal greco “tikos” che significa apprendimento di una disciplina, che a sua volta deriva da “tèchne” quindi conoscenza tramite esperienza.

Il termine Kinesomatica si può intendere quindi come perfetta conoscenza dei movimenti del corpo che porterà  alla conoscenza, al miglioramento  e al perfezionamento del corpo (inteso quindi non solo come corpo fisico).

 

La metodologia della Kinesomatica è strutturata attraverso un percorso conoscitivo teorico-pratico, che vuole essere come un libretto delle istruzioni, una guida al corretto utilizzo del corpo; percorso formato da 4 fasi, tanti quanti sono gli elementi costituitivi della materia vivente con cui difatti esse sono messe in relazione.

 

La prima fase, finalizzata a pulire il movimento da tensioni, compensazioni errate e rigidità, liberando il flusso dell’energia vitale attraverso il corpo, agisce come la forza purificatrice dell’elemento ACQUA.

La seconda, in relazione all’elemento TERRA, prevede il rafforzamento delle strutture profonde muscolari fondamentali (core, schiena, gambe) per indurre, oltre all’assunzione di una postura corretta, il corretto svolgimento di azioni e movimenti più intensi.

Il terzo stadio, in rapporto all’ARIA, introduce nel vivo della Kinesomatica con esercizi originali sulle linee di forza che portano il corpo a muoversi con funzionalità in ogni istante della giornata.

Infine con l’elemento FUOCO, si diventa capaci di esprimere al meglio la forza fisica e mentale acquisita secondo le caratteristiche specifiche di ogni sport.